Santa Croce, la più antica chiesa sorta nell’allora casale di Casanova e documentata nell’anno 969, al tempo dei Longobardi. Il più antico documento attestante l’esistenza di un agglomerato nel territorio: “a nobo fundamine in finibus Casanoba, propinquo loco ubi nominatur Pauciano” (Regii Neapolitani Archivii Monumenta, cit., 1/2, 175.) La pergamena originale attestante la notizia della presenza della chiesa “rurale” di Santa Croce, conservata nell’Archivio arcivescovile di Capua, andò purtroppo distrutta a seguito dei bombardamenti del 1943 che, distrussero l’intera chiesa cattedrale capuana con l’intero palazzo arcivescovile.

“Domus mea, domus orationis est!” (La mia casa è casa di preghiera (dice il Signore)!

La facciata dell’antica chiesa di Santa Croce, ubicata nella omonima via, lasciata purtroppo all’incuria del tempo. Si può notare, il portale in pietra tufacea risalente almeno al XVI secolo.


La facciata della “nuova” chiesa di Santa Croce, recentemente restaurata. Con molta probabilità, l’edificio di culto, venne edificato a partire dal XVIII secolo, progettato più spazioso per soddisfare le necessità di una popolazione in crescita.